SEMIdei

2019
SEMIdei è una riflessione sul mondo imperscrutabile dei semi, simbolo di totalità, nascita, crescita e divenire. Alberta Piazza tende, con la sua ricerca artistica, a recuperare un’unità con la parte primordiale dell’universo, con i cicli della terra e la capacità rigenerativa della vita, osservando ed indagando elementi piccoli, all’apparenza inerti e immobili ma che hanno sempre accompagnato l’uomo nel corso della storia.
I semi sono l’inizio e la fonte di ogni vita, simbolo di crescita ed evoluzione genetica, espressione della diversità e della moltitudine, della natura e della cultura.

Continua a leggere “SEMIdei”

MATERIA CRUDA

2018
LA TERRA E LE PIETRE
In un mondo travagliato dai conflitti, dalle guerre e dalle crescenti disuguaglianze, le emozioni soggettive risorgono più che mai. La donna/uomo non più solamente essere razionale, si trova a contatto con i propri impulsi e emozioni quali la paura, l’ansia, l’aggressività.
Si profila quindi, un soggetto vulnerabile e fragile che crea dei percorsi mentali e psicologici che affondano nell’ istinto primitivo e primordiale. Si cercano àncore di salvezza e appoggi irrazionali, si fa caso ai sogni e ci si affida ai segni che incidentalmente troviamo sul nostro percorso. Ci si crea un “pantheon” di simboli, oggetti-culto, talismani arcaici che ci accompagnino nella nostra esistenza proteggendoci dalle difficoltà.

Continua a leggere “MATERIA CRUDA”

IL VIAGGIO

2017

Conosco i cieli che esplodono in lampi, e le trombe/le risacche
e le correnti: conosco la sera/e l’ Alba
esaltata come uno stormo di colombe,/e talvolta ho visto
ciò che l’uomo crede di vedere!

Arthur Rimbaud

Alberta Piazza mette in campo le abilità pregresse, i frutti delle sue ricerche artistiche, le poetiche e le scelte esistenziali. In questo progetto presenta il tema del viaggio nel suo più ampio significato, ricerca della conoscenza ma anche viaggio della vita, come la stessa nascita.
Viaggio come trasformazione, percorso di cambiamento fisico e mentale, scoperta, separazione, memoria, includendo in tali aspetti il drammatico fenomeno migratorio dell’essere umano nei nostri giorni.
Per Alberta Piazza l’esperienza del viaggio comporta l’essere gettati in un allontanamento dal luogo iniziale che si abita per arrivare a un altrove e andare quindi verso il non familiare.
Lo sconosciuto come esigenza dell’inconscio di familiarizzare con il mondo più vasto, quali spazi ritrovati nella propria geografia simbolica esterna-interna. Quindi il viaggio come rimescolamento di parti della propria identità per riconfigurarla con le nuove esperienze, come oggetto trasformativo che può favorire un mutamento dell’io (Leed).
I lavori che presenta sono centrati sull’orizzontalità delle opere a scandire la continuità il-limitata ma suddivisibile del tempo. Nei lavori pittorici e l’installazione si intrecciano trame e linee soggettive che si annodano e si interrompono come nelle campiture-spazi di osservazione e memoria.

Continua a leggere “IL VIAGGIO”

NEXUS

Particolare di Ferrolana

2016

Dire che il presente reca impresso il marchio di molteplici passati equivale a dichiarare prima di tutto indistruttibilità di un’impronta del tempo – o dei tempi- sulle forme stesse della nostra vita attuale.

Georges Didi-Huberman

Continua a leggere “NEXUS”